Ns. avvisi - Sopravvivenza e Vita Eterna

Vai ai contenuti

Ns. avvisi

LA NOSTRA ASSOCIAZIONE  HA RITENUTO DI OFFRIRE UN PICCOLO CONTRIBUTO ALLE ASSOCIAZIONI CHE SEMPRE SI PRODIGANO PER AIUTARE  I PIU’ BISOGNOSI DELLA NOSTRA CITTA’; QUESTO ANCHE NELL’INTENTO CHE I NOSTRI SIMPATIZZANTI E AMICI FACCIANO ALTRETTANTO.
BASILICA CATTEDRALE DI TARANTO, Emergenza Covid/ Elena Modio. IBAN IT18R0311115802000000001123
- AMICI DI MANAUS, Emergenza Covid,
IBAN IT85Z0881715800004000003916
- ASSOCIAZIONE AMIC.A, Gabriella Ressa. Emergenza Covid IBAN IT29T0760115800001027153475
Grazie.   
Gemma Cometti

RIFLESSIONI SUL TEMPO ATTUALE

Carissimi amici e amiche
Sono vicina a tutti voi in questo momento di prova in cui tutti dovremmo sentirci veramente fratelli e sorelle: poveri e ricchi,  giovani e anziani, abbracciati idealmente. Diceva mio figlio Davide che nessun bacio o abbraccio potrebbe paragonarsi all’unione dello spirito, e questo è ciò che oggi stiamo sperimentando.
Non è Dio che ci manda flagelli; Lui ci ama più di quanto noi possiamo immaginare; in caso contrario non servirebbe pregare un Dio tanto crudele. Un’altra frase giunta dalla dimensione spirituale: “Gara di distruzione fa l’uomo”
“Forse” impareremo qualcosa da questa tremenda prova: i ricchi si renderanno conto che il denaro non serve sempre e comunque,  che siamo tutti uguali, nelle vicende della vita come nella morte, – “forse” potremmo riscoprire la gioia e l’intimità della famiglia riunendoci per parlare e conoscerci meglio mettendo da parte anche i mezzi tecnologici che a volte si rivelano portatori di falsi allarmismi e notizie non esatte; “forse potremmo riscoprire il piacere della lettura, specialmente laddove i giovani di oggi ne sono lontani e lo stesso vale per la “ buona musica”, dimenticando per un po’ Sanremo? Riscopriamo la melodia , quella che esprime dolcezza e amore e perché no, la lirica, quella che la maggior parte dei giovani ignora completamente.
Parliamo…parliamo…che i genitori e i figli si confrontino fra loro …che i giovani ascoltino i nonni “ forse “ portatori di vecchia ma valida saggezza. Essi potrebbero raccontare cose che voi ignorate: le privazioni di una guerra . le code per riturare una piccola razione di pane o altro; la paura dei bombardamento e delle tante innocenti vittime cadute, non esclusi i bambini. Qualche nonno potrà raccontare delle battaglie perse o vinte combattendo in prima linea e qualche nonna o bisnonna l’offerta volontaria della loro fede d’oro alla patria. A quei tempi l’inno d’Italia era nel cuore di tutti!
Ascoltiamo anche i bambini e riscopriremo limpidezza e sincerità; sono l’immagine di una spiritualità pura e dedichiamo a loro più tempo di quanto in passato ci è stato concesso fare, oggi che dobbiamo                   
necessariamente rimanere più tempo a casa.
Diciamo spesso che il tempo vola; certo oggi ci sembrerà il contrario, ma vi assicuro che guardandomi indietro , io ottantottenne, aspetto con fiducia che oggi e nei giorni futuri, il tempo non cambi i suoi ritmi veloci.
Abbiate fede, passerà presto, anche se lascerà il dolore per le vittime che questo malanno si sarà portato dietro. Preghiamo per coloro che sono soli e che nella solitudine soffrono più di noi; preghiamo per tutti coloro che sono più deboli e che soccombono; restiamo  uniti, solidali e ne usciremo più forti e “ forse” migliori.
Grazie.     
Gemma Candida De Matteo Cometti

Si rende noto a tutti gli amici dell’Associazione che il giorno 31 gennaio si terrà la presentazione del libro di Gemma Cometti : “ UN TUFFO NEL PASSATO – FRAMMENTI DEL PRESENTE” edito da Scorpione Editrice.
Alla libreria UBIK in via Nitti, 27 - Taranto alle ore 18,30 . La presentazione avverrà a cura della docente Josè  Minervini e Nello De Gregorio. Presenti l’Editore e Gemma Candida De Matteo Cometti la quale ha scritto questo volume per riportare alla luce  e far conoscere la storia dei suoi primi 40 anni e le sue origini.

E' in vendita il nuovo libro di Gemma Cometti

"Un tuffo nel passato
Frammenti del presente"



Per qualsiasi informazione o acquisto inviateci una mail :




Torna ai contenuti